Niente mondiali studenti in rivolta

La scuola stacca la corrente, niente mondiali in tv. E gli studenti si ribellano e mettono a soqquadro aule e dormitori. All’Università di Sichuan, in Cina, migliaia di giovani si sono rivoltati contro la decisione delle autorità locali di vietare le partite dei mondiali. Il motivo? Per colpa del fuso orario le gare inziano alle 3 di notte e la mattina le aule sono vuote. Di qui la drastica decisione: a mezzanotte via al black-out. Ma gli studenti, dopo una settimana di rivolta, l’hanno spuntata. E senza arresti né incidenti.