Niente multa davanti al comando dei vigili

Auto in divieto di sosta davanti al comando della polizia municipale, senza nessun rischio di essere multate. Soprattutto se i loro proprietari sono dipendenti comunali e possono esibire lo stemma con la scritta «Città di Milano» dietro al parabrezza. Basta passare una mattina qualsiasi da via Beccaria, a pochi metri da piazza Duomo, per notarlo. Una serie di macchine parcheggiate ovunque fuorché nelle strisce gialle riservate ai residenti e in quelle blu per la sosta a pagamento. Sotto lo sguardo impassibile dei ghisa che camminano proprio davanti ai veicoli in divieto di sosta voltando la testa dall'altra parte. Il parcheggio preferito da chi si ferma di fronte al comando di via Beccaria sono, chissà perché, le strisce pedonali che conducono in corso Vittorio Emanuele. Normale trovare anche due auto affiancate, di cui una con lo stemma «Città di Milano» e l'altra con la sigla «Ncc» (Noleggio con conducente).
Ma come documentano le foto qualsiasi posto è buono per lasciare la macchina, tanto chissà perché nella via e nelle sue vicinanze vige una sorta di tacito patto di non belligeranza tra vigili e automobilisti. In corso Europa, proprio alle spalle del comando, c'è un furgone Nissan parcheggiato sotto il cartello di divieto di sosta. Dietro il parabrezza, un foglio con il timbro della polizia municipale e la scritta «Si autorizza il veicolo targato (omissis) di impresa pulizie a sostare negli spazi blu senza onere dal giorno 4/12/07 al 31/01/08. La presente autorizzazione deve essere restituita alla scrivente zona Duomo». Peccato che in quel punto degli spazi blu non ci sia neanche l'ombra. Il caos continua indisturbato in piazza Fontana. I veicoli con lo stemma del Comune si fermano in tutti gli angoli, soprattutto con il conducente a bordo, per concedersi alcuni attimi di pausa all'ingresso di via Arcivescovado, contemplare le guglie del Duomo e poi ripartire.
Una confusione senza fine. Tanto che viene voglia di andare a vedere nel parcheggio riservato alla polizia municipale, nella speranza di trovarvi un modello specchiato di ordine e rispetto delle regole. Niente da fare. Anche nello spiazzo di fianco al comando è un affastellarsi di veicoli dei vigili fuori dalle strisce e in doppia fila, ovunque insomma fuorché negli spazi delimitati. Rendendo più complicata agli stessi agenti l'uscita per un eventuale intervento d'emergenza.