Niente pantaloni per le signore: rovinano il mondo

Re Mswati III dello Swaziland (Stato africano confinante con il Sudafrica e il Mozambico) è il monarca più pazzo del mondo: oltre ad avere decine di mogli (il numero preciso è impossibile da recuperare, ma dovremmo essere arrivati a quota 23), dal 1982 ha emanato una serie di leggi assolutamente bizzarre. Una di queste è il divieto alle donne di stringere la mano agli uomini, pena la reclusione per un giorno in una comunità per sole donne. Un’altra è quella promulgata nel 2002: a tutte le donne dello Stato è fatto divieto totale di indossare i pantaloni. Mswati, che per varare i suoi provvedimenti non ha bisogno dell’avallo parlamentare, sostiene nel testo del provvedimento che «i pantaloni stanno rovinando il mondo». Alle signore spregiudicate che osano sfidare il divieto viene inflitta la seguente punizione: «I soldati provvederanno a sfilare i pantaloni, ridurli in brandelli e a lasciare chi commette il reato senza vestiti, per essere esposta al pubblico ludibrio».