«Niente paura La vittoria la otterremo fra 15 giorni»

«Siamo stati a un soffio dal primo turno. C’è stato un consenso enorme intorno alla mia candidatura. Il distacco dal mio principale avversario è forse superiore all’8-9 per cento». Dal palco della sala stampa allestita accanto al comitato elettorale, il candidato del centrosinistra a presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti ha commentato così i dati relativi alle consultazioni elettorali che lo vedranno impegnato al ballottaggio contro lo sfidante del Pdl Alfredo Antoniozzi. «Siamo soddisfatti dal risultato - ha aggiunto Zingaretti -, un risultato che però non è stato sufficiente a vincere al primo turno ma ci fa essere ottimisti per la vittoria al secondo turno. Da domani mattina si ricomincia, nelle piazze e nelle strade; ora l’appello è “tutti al lavoro per non disperdere neanche mezzo voto”». Le consultazioni elettorali a livello nazionale, per il candidato del centrosinistra a palazzo Valentini, «ha inciso abbastanza» sulle elezioni provinciali, «perché ha un po’ ristretto gli spazi. È evidente che sulle elezioni provinciali c’è stato, nelle scelte di voto, anche molto un indotto del voto politico». Parlando dal palco della sala stampa Zingaretti ha commentato così i dati che lo hanno visto al 47 per cento rispetto al suo sfidante del Pdl Alfredo Antoniozzi (37 per cento). Il voto nazionale, ha spiegato Zingaretti, «ha quindi inciso, per quanto ci riguarda non proprio positivamente. Siamo partiti da un dato politico di lunedì molto complesso, che era per la coalizione del 42-43%. I dati che ora stanno affluendo dai Comuni ci parlano anche lì di uno straordinario recupero, intorno al 45-46%. È un fatto straordinario che conferma la forza della candidatura e la proposta messa in campo». «La nostra forza - ha spiegato - che ci fa essere ottimisti per vincere al secondo turno è una coalizione forte e coesa, che dà respiro alle sue componenti e che è articolata».