Niente più tempo pieno alle elementari? No, non cambia nulla. Scelgono le famiglie

Il decreto legge all’esame della Camera non contiene norme di abrogazione degli altri modelli organizzativi vigenti ovvero il modulo di 27 o 30 ore e il tempo pieno che prevede 40 ore settimanali. Il modello di 24 ore che viene introdotto, quello con la novità del maestro unico, dunque si deve intendere in aggiunta a quelli già esistenti. Saranno le famiglie a scegliere all’atto dell’iscrizione. Insomma il decreto non ha nulla a che vedere con il tempo pieno. Lo stesso ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, ha più volte ribadito l’intenzione di incrementare il modello del tempo pieno e non certamente di ridurlo.