Niente processo, Storace «graziato»

Francesco Storace (nella foto) leader della Destra è stato salvato da Palazzo Madama che gli ha concesso l’immunità parlamentare evitandogli un procedimento per l’accusa di vilipendio ai danni del capo dello Stato. Con 145 voti favorevoli, 111 contrari e 11 astenuti, Storace non risponderà degli addebiti. La vicenda risale all’ottobre 2007, durante la scorsa legislatura, quando il leader della Destra definì il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano «indegno di una carica usurpata a maggioranza» e «senza titolo per dare patenti etiche» perché condannò le frasi offensive che Storace rivolse alla senatrice a vita, la scienziata quasi centenaria Rita Levi Montalcini.