«Niente vento, il Pm10 non calerà»

Il meteorologo: «Fino a sabato non sono attese perturbazioni»

Pochi giorni di bel tempo, e già le polveri sottili hanno superato in maniera allarmante i valori soglia in molti punti della zona critica Milano-Como-Sempione. Ieri le centraline hanno rilevato (fonte Arpa) un particolato sottile (Pm10) pari a 119 in viale Juvara (il valore limite è di 50) e 90 al Verziere.
La situazione è simile a Trezzo d'Adda (104), a Limito di Pioltello (99), Arese (90) e Vimercate (71). In provincia di Como spicca su tutti Meda (108), mentre Cantù e Como Centro sfiorano il limite di poche unità (rispettivamente 60 e 52).
Se guardiamo la tabella che illustra l’andamento delle polveri registrate alla centralina di Juvara a partire dal 22 gennaio notiamo che anche nei due giorni di neve, il 28 e il 29, l’inquinamento era sopra i limiti. «Neppure una nevicata di 50 centimetri è servita a farci rientrare nei limiti, questo dovrebbe farci riflettere» è il commento del meteorologo Lorenzo Danieli del centro Epson. Confermano all’Arpa che «la nevicata ha abbattuto le concentrazioni di polveri soprattutto nelle zone orientali di Bergamo e Brescia e che la media delle particelle inquinanti registrata in tutta l’area omogenea è stata di 44. Nonostante ciò i livelli di Milano città sono quelli scesi di meno, tutti rimasti sopra la soglia limite».
Cosa succederà in questi giorni? «È tornata l’alta pressione ma anche l’aria calda in quota - ha spiegato Danieli -. Questo vuol dire che c’è pochissimo ricambio d’aria e che le particelle inquinanti vicino al terreno restano intrappolate». Ieri in città la temperatura massima è stata di 10 gradi (la minima -2). Oggi il clima sarà simile a quello di oggi, cielo terso e nebbia nella zona sud. Venerdì e sabato ci sarà un cambiamento minimo, ha avvertito l’esperto: «Non ci sarà vento e lo smog resterà tale e quale».