Nipote di Camilla soddisfa i desideri delle star

Da Elton John a Sharon Stone, da David Bowie a Gwyneth Paltrow, da Madonna a Sophie Dahl accanto a Jemina Khan, Jade Jagger, Ben Goldsmith. Super top e grandi attrici, hanno in comune miliardi e celebrità, ma anche il giovane rampollo Ben Elliot, 31 anni, nipote di Camilla Parker-Bowles, moglie dell'erede al trono inglese. È lui che esaudisce ogni loro desiderio, a volte costosissimo.
È accaduto recentemente con Jennifer Lopez. La celebre cantante latino-americana aveva bisogno di 12 pavoni bianchi per accogliere gli invitati di un mega party organizzato in una delle sue ville. In pochissime ore i deliziosi pennuti sono giunti in aereo. Si tratta di richieste singolari, insolite e un po’ folli. Come quella gentile signora che si era rifiutata di far viaggiare il suo labrador in una gabbia e ha pensato bene di affittare un aereo privato alla modica cifra di 30mila euro. La pop star Madonna è invece stata soccorsa dopo esser rimasta senza le sue infusioni di erbe rosse, introvabili da tempo.
Così è nata «Quintessentially», specializzata nel soddisfare ogni capriccio, anche il più piccolo, il più insignificante per la gente comune, ma essenziale per chi dispone di moltissimi soldi e di pochissimo tempo. I jet-setters passano gran parte della loro giornata al telefono compiendo miracoli. Pochi minuti per affittare splendide ville con piscina e campi da tennis a Ibiza e Saint-Tropez, jet privati o mega yacht da noleggiare in tempi brevissimi, solo qualche ora per selezionare ingressi in iperchic club di golf o prenotare suite in hotel di extra lusso per weekend incandescenti e privatissimi lontani da occhi indiscreti.