La nipote di Saddam si fidanza

da Amman

La benedizione dell’ex raìs è già arrivata. E la cerimonia, «molto privata» si è svolta ad Amman - riferiscono fonti di famiglia -. La nipote diciottenne di Saddam Hussein, Nabeh Saddam Kamel Al-Hassan, si è fidanzata venerdì con uno dei suoi cugini. Sua madre, Rana Saddam Hussein, una delle tre figlie del dittatore, insieme alla maggiore Raghad, con i loro nove figli, si era rifugiata in Giordania nel luglio 2003.
L’identità del futuro sposo resta ancora top secret, probabilmente per ragioni di sicurezza, considerato che Nabeh, la sposa, è figlia di Rana e di Saddam Kamel Hassan, quest’ultimo macchiatosi di diserzione nei confronti dell’ex regime nel ’95. Per questo, insieme al fratello, anche lui «traditore», entrambi erano stati assassinati nel febbraio 1996 al loro rientro a Bagdad.
Ieri, proprio una delle tre figlie di Saddam, la zia della futura sposa, ha annunciato che è stata formata la nuova squadra di legali internazionali in vista dell’apertura del processo all’ex dittatore. La prima udienza sarebbe stata fissata per il 19 ottobre, anche se ieri Khalil Dulaimi, il capo del collegio autorizzato a rappresentarlo, ha sostenuto di aver bisogno di un anno per leggere le prove. In quell’occasione il raìs, sotto accusa per la strage di sciiti a Dujail nel 1982, comparirà insieme ad altri suoi seguaci alla sbarra. Il team di avvocati internazionali, di cui non è stata ancora svelata l’identità, sarà sottoposto a Saddam per ottenere la sua approvazione. Tra loro ci saranno professionisti americani, europei, asiatici e arabi.