La Nirenstein attacca Gad Lerner: in tv non mi ha difesa

S'infiamma anche la polemica per una puntata de "L'Infedele", la deputata del Pdl e giornalista critica il conduttore dopo essere stata definita "fascista" da Vattimo. "Parteciperò alla Fiera del libro ma non con Lerner"

Roma - Dura reazione della giornalista Fiamma Nirenstein, eletta deputato nelle file del Pdl, a quanto avvenuto alla trasmissione di Gad Lerner "L’Infedele", dove Gianni Vattimo, "sostenendo che non c’è niente di strano e che è anzi oggi dovuto dare agli ebrei di nazisti o di fascisti quando questo corrisponda (secondo lui) a verità", ha definito la Nirestein "fascista". "Gad Lerner - afferma la Nirenstein in una nota - non ha battuto ciglio, non ha reagito in nessun modo se non dicendo 'non lo dica a noi, abbiamo fatto una puntata intera del programma sulla cancellazione dell’Ordine dei giornalisti'". "Voglio rilevare - prosegue l’esponente del Pdl - che l’intenzionale noncuranza del conduttore di fronte alla diffamazione nei miei confronti è moralmente e culturalmente gravissima e anche evidentemente infiammatoria. Intanto, non parteciperò con lui alla prevista presentazione dell’importante libro del professore Della Pergola previsto alla Fiera del Libro di Torino. Me ne dispiaccio - dice - ma non intendo sedermi con chi non reagisce a casa sua alla peggiore delle diffamazioni gratuite nei miei confronti, oltretutto da parte di una persona notoriamente squilibrata sull’argomento mediorientale. Naturalmente - conclude Fiamma Nirenstein - parteciperò con tutta me stessa a tutti gli altri eventi della Fiera del Libro e all’inaugurazione a cui interverrà il Presidente della Repubblica".