Il nirvana di Harrison

Di George Harrison sappiamo che è stato il terzo Beatles in ordine di importanza. Del resto con quei due lì davanti c’era poco da fare. Ma sappiamo anche che il suo ambizioso triplo All Things Must Pass (1971) è stato a un passo dall’essere considerato il più bel disco solista dei fantastici 4. Lungaggini e pesantezze spectoriane (Isn’t it a Pity è bellissima perché annacquarla così?) lo hanno certamente penalizzato. La riedizione per il quarantennale esce solo in vinile a 180 grammi e download: si salvi chi può.