Nissan dà le vitamine alla 350Z, al via il Challenge

da Misano Adriatico

Per debuttare in un inedito Challenge, che porta il suo nome, che ha preso il via a metà maggio, la versione stradale di Nissan 350Z è stata sottoposta ad alcuni lievi interventi. Sale ancora la potenza massima dell’esuberante V6, 3.5 litri, che passa a 313 cv, 13 in più rispetto al precedente, una carica vitaminica apprezzabile soltanto nelle situazioni al limite. Per il resto la marcia al volante della 350Z è sempre un’esperienza unica, accompagnati in ogni momento dalla sensazionale sonorità del motore e dalla sicurezza trasmessa dalle ruote motrici posteriori. L’equilibrata suddivisione dei pesi, spinge, in situazioni particolari, a pensare di essere alla guida di una 4x4. Il cambio è manuale a 6 marce, con leva corta e innesti precisi; nel traffico di tutti i giorni se ne fa un uso molto limitato vista l’ottima coppia che rende il motore particolarmente elastico. Impercettibili le modifiche estetiche, tra cui la bombatura più accentuata del cofano richiesta dall’inedito sistema di aspirazione. Non passano invece inosservate le nuove tinte disponibili per la carrozzeria, tra cui emerge il New Orange, un particolare arancione (il colore simbolo della coupé Nissan fin dalla prima versione) che assume iridescenti tonalità verdi che variano con il mutare dei raggi del sole. Non cambia significativamente un altro punto di forza della 350Z, il prezzo: due livelli proposti a 39.350 e 41.850, per la Coupé, e 42.150 e 44.650 per l’esclusiva Roadster.
Infine, anche Nissan ha deciso di dar vita a un Challenge nazionale, affidandone l’organizzazione alla Astra di Mauro Pregliasco: sette tappe (sei in Italia e una in Belgio, a Spa, gara di chiusura a Vallelunga il prossimo 28 ottobre) durante le quali si sfideranno dodici piloti.