Nissan, esercizio hi-tech Ecco X-Trail Bobsleigh

C'è affinità tra il crossover e il primo bob al mondo con 7 posti (gli stessi del veicolo): si muovono in totale sicurezza sul ghiaccio

Piero EvangelistiEfficienza, tecnologia, sicurezza: non c'è area dove Nissan non sia presente con le proprie competenze, spesso all'avanguardia, come nel caso della elettrica Leaf. Questa volta, però, al centro dell'attenzione non c'è l'auto elettrica più venduta nel mondo, ma un bob che ha già provato sulla pista olimpica di Innsbruck. È l'X-Trail Bobsleigh, il primo bob al mondo a sette posti, tanti quanti ne ha il crossover omonimo della Casa di Yokohama che ha scelto la strada dell'ennesima sfida alle convenzioni. Un'affinità, tra il bob e X-Trail, comunque c'è, ed è rappresentata dalla sicurezza con cui si muovono, anche se con finalità molto diverse, in totale sicurezza su una superficie inaffidabile come il ghiaccio. Nel progetto, Nissan ha collaborato con esperti del settore per trasformare un tradizionale bob a quattro in un bob a sette posti capace di raggiungere una velocità di 100 orari e di sopportare sollecitazioni pari a 4,5 volte la forza di gravità. Il bolide che scivola sul ghiaccio con le sue lame affilate si ispira nel design a quello decisamente audace di Nissan X-Trail nel caratteristico frontale, nei fari e nella classica configurazione a sette posti, oltre a essere dotato di un sistema che permette di avere una visione aerea a 360° analogo all'Around View Monitor del crossover giapponese che, per la presa sul ghiaccio, sfrutta il sofisticato sistema All Mode 4x4i di Nissan.Darryl Scriven, design manager al Nissan Design Center europeo (NDE), ha collaborato con il famoso costruttore di bob Diego Menardi e l'esperto di questa disciplina sportiva, Ian Richardson, per conferire al veicolo un'aerodinamicità allineata con quella necessaria per gareggiare a livello olimpico. Richardson e Menardi hanno messo a disposizione la loro esperienza combinata di oltre 50 anni sui tracciati olimpici, portando alla vittoria diversi team in tutto il mondo. Scriven ha dichiarato: «Con X-Trail Bobsleigh abbiamo voluto dare la possibilità di vivere in prima persona lo spirito d'avventura proprio del nostro segmento Crossover attraverso le sensazioni adrenaliniche di un bob olimpico. Il Nissan Design Center ha preso ispirazione dal design e dal carattere del nostro X-Tail per realizzare il bob costruito da Menardi presso il suo laboratorio di Cortina (patria del mitico Eugenio Monti, il rosso volante dominatore assoluto a livello mondiale, negli Anni '50 e '60, nella discesa in bob a due e a quattro, ndr). Il risultato incarna l'innovazione e le tecnologie provenienti dai crossover Nissan». Il bob a 7 posti è stato sviluppato partendo da schizzi a mano libera e tecnologia progettuale CAD. Il dettaglio sulla parte frontale del mezzo richiama la griglia V-motion di X-Trail. Il progetto è stato finalizzato grazie all'allungamento della struttura di un bob standard per poster ospitare sette persone. Nella progettazione del bob un ruolo di spicco lo ha avuto, come già detto, l'aerodinamica che è alla base dell'efficienza e che, su una vettura, non può fermarsi alla funzionalità, ma deve fondersi in un design che deve piacere al pubblico, un'operazione sicuramente riuscita su Nissan X-Trail che ha recentemente ricevuto un prestigioso riconoscimento: il World Car Award 2016, premio istituito nel 1991 dalla rivista britannica Motor, che viene annualmente attribuito alla vettura nuova che meglio rappresenta la globalizzazione. Come sottolineano in Nissan, le caratteristiche che hanno permesso a Nissan X-Trail sette posti di aggiudicarsi il premio sono le stesse apprezzate dai clienti: una vettura robusta e versatile, per l'avventura e per la famiglia, ricca di tecnologie innovative.