Nizza in maschera: è carnevale

Anche se non è proprio dietro l’angolo, anzi è oltre frontiera, vale bene un viaggetto, anche di un solo giorno. Sì perché Nizza e il suo carnevale vantano una tradizione che risale addirittura al 1873, quando l’intraprendente e lungimirante nizzardo Andriot Saetone fondò il «Comitato delle feste» che, con il patrocinio della municipalità, si dedicò con tutto l’entrusiasmo e la competenza possibile ad organizzare sfilate di carri e tribune per il pubblico per uno spettacolo davvero alla grande.
Gli anni sono passati, le edizioni si sono accavallate e il carnevale di Nizza in Costa Azzurra è cresciuto sempre più. Fino ai giorni nostri, fino a questa centoventiduesima volta di festeggiamenti, iniziati già sabato scorso e che si protrarranno fino al 28 febbraio. Nell’edizione 2005, tanto per dare la misura dell’evento, oltre un milione di persone ha raggiunto Nizza per dare il suo scanzonato saluto al «Re di cartapesta», con una ricaduta economica sulla città di oltre 40 milioni di euro. Mica poco... Città, Nizza, che quando si tratta di fare le cose bene non si tira davvero indietro: artigiani, albergatori, ristoratori e commercianti si sono dati un gran daffare per animare vie e piazze con travestimenti ed addobbi.
Quest’anno il tema del carnevale è il «Re dei creduloni», tema che ispira sia la sfilata dei carri che le battaglie dei fiori. Alla sfilata danno vita una ventina di carri con 180 teste giganti, veri e propri mascheroni ammiccanti. Un universo coloratissimo cui si mescolano gli artisti di strada e i gruppi musicali provenienti da tutto il mondo. Due gli appuntamenti più vicini con i carri: la sera di sabato, tra migliaia di coriandoli di luci, e domenica pomeriggio alle ore 14.30. Quanto alla battaglia dei fiori, vi si potrà assistere, e partecipare, sabato alle 14.30. Altra battaglia, in notturna, martedì prossimo. Appuntamenti ancora mercoledì 22, sfilata carnevalesca alle 14.30; sabato 25, ore 14.30 battaglia dei fiori e sfilata dei carri alle 21; domenica 26, sfilata alle 14.30.
Il gran finale martedì 28, giornata di martedì grasso. Dopo la sfilata delle 14.30, ecco l’epilogo serale, con la cosiddetta sfilata d’incenerimento ancora lungo la Promenade des Anglais e gli spettacolari fuochi d’artificio. Un carnevale che promette davvero scintille.