«No ai rom nella riserva»

Il campo nomadi nella riserva naturale di Decima Malafede, a Castel Romano, sarebbe dovuto essere provvisorio. «E invece è evidente - denuncia Marco Marsilio, capogruppo di An in consiglio comunale - che l’intenzione del Campidoglio, che vuole comprare l’area, è regolarizzare il campo nomadi, rendendolo permanente». «Il progetto del Campidoglio - continua Marsilio - mal si integra col patto per la sicurezza. L’insediamento dei rom, infatti, non ha fatto altro che aumentare il malcontento dei residenti che hanno subito l’“invasione” dei nomadi, facendo i conti con furti e criminalità, che aumentano giorno dopo giorno. Ma sembra che la sicurezza dei cittadini - conclude il capogruppo - sia un problema di secondaria importanza per l’amministrazione capitolina, che ha intenzione di acquistare l’area su cui ormai dal settembre del 2005 si trova il campo nomadi di Castel Romano». Dello stesso avviso il coordinatore regionale di An Fabio Rampelli: «La sicurezza è un valore che la sinistra ha evidentemente derogato».