«No all’aumento dei biglietti delle Ferrovie»

da Roma

«Non ci sono all’orizzonte ritocchi alle tariffe ferroviarie, non è nelle intenzioni del governo». Ad assicurarlo è il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Pietro Lunardi il quale si dice inoltre «ottimista» sulla possibilità di far rientrare i tagli alle risorse per Ferrovie previsti in Finanziaria. «È prematuro fare previsioni, gli interventi sulle tariffe sono rimedi che si prendono come estrema conseguenza» ha detto Lunardi, in merito alla necessità di usare la leva tariffaria nel caso i tagli alle risorse venissero confermati. «Io sono ottimista, c’è ancora un margine per salvare i nostri programmi, abbiamo espresso le nostre preoccupazioni al presidente del Consiglio affinché ci si renda conto che le risorse sono indispensabili, i cantieri devono proseguire». Lunardi è inoltre ottimista sul futuro dell’Alitalia: «Sono ottimista, lo sono sempre stato, ci stiamo dando da fare per salvarla, questo è certo» ha detto. «Mi auguro che vi sia una buona risposta di mercato, in un primo tempo non ha reagito bene ma adesso sta riprendendo, è un buon segno» ha detto Lunardi commentando l’operazione di ricapitalizzazione in corso. In tema di possibili alleanze, «sono cose che sta curando il presidente Cimoli - ha detto il ministro -; se dovesse portare avanti certe sue iniziative, me ne avrebbe già parlato, per adesso no».