«No alle coppie di fatto» La curia contro il sindaco

«Rispetto il sindaco e lo stimo, ma sulla sua partecipazione alla cerimonia che il 27 febbraio unirà in matrimonio simbolicamente due donne, non sono per niente d’accordo». A parlare è l’arcivescovo di Torino, cardinale Severino Poletto. «Il sindaco - ha sottolineato Poletto a margine dell’inaugurazione dell’anno giudiziario del tribunale ecclesiastico
piemontese - ha detto che la sua partecipazione sarà simbolica per mandare un messaggio al Parlamento, ma ci sono tanti modi per mandare segnali. I diritti dei singoli - aggiunge l’arcivescovo di Torino - vanno tutelati ma le unioni di fatto non possono essere equiparate alla famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, come recita l’articolo 29 della Costituzione e non un articolo del Codice canonico». «Ci illudiamo di poter costruire senza il Signore, ma così non si va da nessuna parte. Per questo è necessario intensificare la preparazione spirituale al matrimonio».