No al burqa quando è in gioco la sicurezza

Il regolamento parla chiaro: nei Musei civici veneziani - un circuito di 11 centri d’arte, tra cui lo splendido Palazzo Ducale e, appunto, il Ca’ Rezzonico - «non è consentito l’accesso a viso coperto». Il divieto è riportato sul sito del sistema museale (www.museiciviciveneziani.it). In pratica, la «colpa» del guardiano che ha fermato la donna con il viso coperto dal niqab, è stata quella di applicare il regolamento del museo. E, anche, due leggi dello Stato. Il Testo unico di pubblica sicurezza del 1931 prevede infatti il divieto di comparire mascherato in luogo pubblico, mentre la legge 152 del 1975 proibisce ogni «mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo». Entrambe sono applicabili al «velo che copre il volto» per tutelare specifiche esigenze. Per esempio, la sicurezza di un museo.