Il no a Garrone potrebbe costare caro a Cassano

(...) ripensando a quello che era successo la scorsa stagione: una gestione «carota e bastone» che alla fine vide vincitore, su tutti, proprio il tecnico di Aquileia. Tra martedì sera il numero uno doriano, regolarmente presente a Sestri Levante insieme al d.g. Gasparin e ai giocatori Volta e Gastaldello, ha dovuto subire anche una serie di critiche da parte dei tifosi presenti, vista l'assenza del beniamino. Critiche che il patron blucerchiato non ha digerito (i tifosi di Lavagna si sono dichiarati «traditi» anche attraverso una lettera aperta allo stesso Cassano), al punto che ieri lo stesso Garrone è salito a Bogliasco più carico che mai, tenendo un lungo discorso alla squadra negli spogliatoi, e facendo ritardare di un'ora l'inizio della partitella con gli allievi. Ci sarebbe stato anche un lungo faccia a faccia col talento di Bari Vecchia. E Garrone avrebbe lasciato il Mugnaini «scuro in volto».
E ora cosa succede? Difficile dirlo, ma non si può certo escludere una punizione (Telenord ieri ha parlato di «provvedimenti disciplinari») nei confronti di Cassano, magari solo una semplice multa di fronte alle scuse del giocatore (la Samp si sarebbe presa 24 ore di tempo per decidere), o addirittura una clamorosa esclusione nella partita di domenica a Cesena. Si tratterebbe, in qualche modo, di un film già visto, dopo quanto accaduto solo dodici mesi fa. Con l'aggravante, però, che adesso sarebbe proprio Garrone a sostenere l'esclusione del giocatore (l'anno scorso aveva fatto da paciere tra lui e il mister). E Cassano a gennaio potrebbe anche lasciare la Samp, corteggiato – ironia della sorte – proprio dalla Juventus di Del Neri e Marotta (ovvero chi, lo scorso gennaio, lo aveva praticamente ceduto alla Fiorentina per poi fare dietro front al cospetto delle scelte di Garrone). Da Torino, del resto, il “tam tam” va avanti da mesi.
Intanto, c'è anche una partita importante da giocare, domenica al Manuzzi. Se Cassano non dovesse essere convocato, al fianco di Pazzini ci sarebbe spazio per uno tra Marilungo (favorito) e Pozzi. Nella speranza che almeno possa recuperare Curci: c'è ottimismo, ma la sua presenza non è scontata. Doccia fredda per i tifosi blucerchiati senza tessera del tifoso: giusto ieri il Cams, con una decisione quantomeno ritardata, ha vietato la trasferta ai residenti in Liguria. Sono però molti i supporters blucerchiati, privi della tessera, che avevano già acquistato i tagliandi. Non è escluso che un gruppo di tifosi della Samp raggiunga comunque Cesena, col rischio però di non riuscire ad entrare nello stadio.