No global scarcerati «Le occupazioni non sono eversive»

Due agli arresti domiciliari, un terzo
in libertà, facendo cadere anche l'aggravante dell'eversione: così ha deciso il Tribunale del Riesame di Bologna, presieduto dal giudice Libero Mancuso, sul ricorso avanzato dai legali dei tre disobbedienti arrestati il 18 maggio con l'accusa di invasione di edificio, danneggiamento, violenza privata e resistenza violenta e minaccia a pubblico ufficiale. Reati contestati, in seguito all'occupazione di uno stabile in zona universitaria e a scontri con la Polizia, con l’aggravante dell'eversione. Ne era anche nata una polemica politica, con il sindaco Sergio Cofferati schierato contro i no global. Arresti domiciliari per Vittorio Sergi, 27enne di Genova, e Fabiano Di Berardino, 23enne del pescarese, in libertà Carmine Guaragna, 32enne della provincia di Potenza, che era già stato messo agli arresti domiciliari dal Gip. Sono state così parzialmente accolte le tesi dei difensori. «Si sgretola il teorema che aveva portato agli arresti», commenta il Verde Paolo Cento, solidale con i no global.

Annunci

Altri articoli