No’hma, il teatro sul senso della vita

Una vita dedicata al sociale. Un amore appassionato per il teatro, in tutte le sue forme. E un entusiasmo contagiante, che arriva dritto al cuore della gente. Questa è Teresa Pomodoro. Drammaturga, attrice, direttrice artistica dello Spazio Teatro No'hma. Sintesi in poche righe di una donna che ha fatto del palcoscenico una scelta, un impegno quotidiano, nella convinzione che l’arte non sia soltanto qualcosa da mostrare, ma debba avere una funzione sociale. Questo è lo spirito dell'Associazione No'hma, di cui Teresa Pomodoro è presidente e fondatrice e che ha sede al Teatro Spazio di via Orcagna. Un’associazione culturale non profit, che per anni ha coinvolto come protagonisti dei suoi spettacoli detenuti del carcere di Opera e San Vittore, immigrati, senzatetto e, persino, rom, ospiti della Casa della Carità di don Virginio Colmegna.
«Homo naturalis, Homo Technicus... Homo sapiens?» Questo è il tema della nuova stagione teatrale, che è un appello a mobilitarsi per fermare la distruzione del mondo e recuperare la nostra identità culturale. «L’homo sapiens siamo noi, che frastornati dai disastri ambientali, attribuiamo la colpa alla natura, senza riconoscere i nostri errori» spiega Pomodoro. Mercoledì scorso lo spettacolo inaugurale In viaggio verso un nuovo mondo, che ha visto in prima fila le più grandi personalità della città. Una navicella spaziale, guidata dalla Matriarca-Teresa, sta per decollare verso un altro pianeta, essendo il nostro ormai distrutto, e tutti vogliono salirvi: scienziati, filosofi, poeti, immigrati. Ma un colpo di scena finale cambierà i loro destini. Una commedia originale ed emozionante, «che vuole far riflettere sull’importanza della cultura, della poesia e dell’onestà di pensiero». Quando sulla «Terra sembra tutto perduto», apparirà una semplice ma «profonda verità, racchiusa in un alveare». Saranno le api, maestre di saggezza, a indicare agli uomini i valori della vita.
La stagione teatrale proseguirà con una performance musicale, Lettera al Padre, sul tema della bellezza fra oriente e occidente, mentre, a fine gennaio, parte il ciclo Milano e il Territorio, con esperti di scienza, etica ed economia. Un calendario denso di eventi, fra cui i prestigiosi incontri alla Basilica di S. Ambrogio, dedicati a don Lorenzo Milani, padre David Maria Turoldo e don Primo Mazzolari, e, per finire, la commedia sulla sicurezza delle strade, «uno dei problemi più urgenti del vivere moderno». Come dire: coinvolgere, comunicare e «far pensare». Tris dell’ambizioso intento di Teresa Pomodoro.
In viaggio verso un nuovo mondo
via Orcagna 2 fino a domenica
Spazio Teatro No’hma
02/45485085 www.nohma.it