No. Ma un muro contro gli arrivi dal Sud

Negli Usa l'immigrazione clandestina è punita per legge, ma la clandestinità non è reato. Gli Stati Uniti tendono a perseguire il mercato che ruota intorno all'immigrazione, e cioè quei soggetti che tendono a sfruttare in termini economici milioni di aspiranti ad entrare in Usa e che si fanno pagare per questo (il corrispettivo degli «scafisti» mediterranei). Proposte di riforma più o meno restrittive della legge sono state presentate al Congresso degli Stati Uniti, senza mai approdare al voto finale. La più recente risale al 2007 e trasformerebbe l'immigrazione clandestina in reato grave. Intanto al confine col Messico - dal quale arriva un flusso numeroso di immigrati - è stato eretto un muro di circa quattro metri, con sensori elettronici ed elicotteri armati armati a presidiare l’area.