No a offerta Bhp e tratta con cinesi

Potash respinge formalmente l’offerta da 39 miliardi di dollari avanzata da Bhp Billiton e annuncia di aver ricevuto manifestazioni di interesse da parte di diverse altre società, con alcune delle quali sono già stati avviati contatti. Fra i «cavalieri bianchi» che potrebbero salvare la società di fertilizzanti canadesi da Bhp ci sarebbe un consorzio guidato dal fondo di private equity cinese Hopu, e del quale farebbero parte due fondi sovrani e investitori canadesi, americani e asiatici. Anche Sinochem - pure cinese - sarebbe interessata. Tra i papabili acquirenti, secondo indiscrezioni, anche la brasiliana Vale. Ma in pole position, secondo gli analisti, c’è la Cina, che è il maggior consumatore di fertilizzanti al mondo.