No a «Storie maledette», Rosa e Olindo sono di Vespa

Storie maledette è un programma cult di Raitre nato nel 1994 e giunto all'undicesima stagione. Dopo aver ottenuto tutti i regolari permessi Franca Leosini, ideatrice della trasmissione, si reca nelle carceri per intervistare criminali, spesso donne, autori di efferati delitti. Per la nuova edizione aveva avanzato la richiesta d’incontrare Rosa Bazzi e Olindo Romano, i coniugi condannati all’ergastolo per la strage di Erba. Ma il Dap (Dipartimento amministrativo penitenziari) ha alzato il disco rosso. Su Rosa e Olindo è stata garantita l’esclusiva a Bruno Vespa che li ha intervistati per il suo prossimo libro che, oltre che di politica, parlerà anche d’amore e amori. Fino a prima dell’uscita dell’atteso volume, per Rosa e Olindo è vietato parlare con altri.
Bersani sgommatissimo Pronti via, dopo una sola puntata le gag degli Sgommati di SkyUno hanno subito invaso i talk show di politica e non solo. Ci ha pensato il ministro La Russa, martedì scorso a Ballarò, a citare il tormentone del segretario Pd. Intervistato su quale sia la nuova strategia del partito, dopo lungo silenzio e i sudori che ne imperlano la fronte, il bonario Bersani viene sommerso di fischi e lanci di carte appena dice per la miliardesima volta che «Berlusconi si deve dimettere». Poi la gag è rimbalzata su Striscia la notizia e a Blob... La satira è uguale per tutti.
A Mazza non glielo dice nessuno? Se non è un flop l'11,9 per cento di share per la puntata d'esordio di Me lo dicono tutti, ennesimo tentativo di fare di Pino Insegno, ex Premiata Ditta, un conduttore da prima serata di Raiuno, cosa lo sarà? Ma non glielo dice nessuno al direttore Mauro Mazza che perseverare a promuovere il suo compagno di tifo laziale non fa bene alla rete ammiraglia della Rai?
Il bavaglio ai ragazzi di «Misfits» I divetti delle serie tv inglesi viaggiano scortati anche quando sono in trasferta. Al Festival della fiction di Roma c’era Iwan Rehon, uno degli attori di Misfits, ma anche per lui le domande erano contingentate dai produttori di E4, il canale inglese che trasmette il teen drama. Così, quando il conduttore di Wonderland, la rubrica in onda al venerdì in seconda serata su Rai4, gli ha chiesto che cosa pensasse delle proteste dei giovani inglesi, l’emissario del canale ha dato l’alt: questa domanda non è ammessa perché non riguarda la serie tv.
Addio «Grande Talk» La rivoluzione assestata da Dino Boffo a Tv2000, l’emittente della Cei (canale 801 di Sky e 28 sul digitale terrestre), ha portato alla soppressione del Grande Talk, storico programma di critica tv condotta da Alessandro Zaccuri, con rubriche di Monica Mondo e Mirella Poggialini. Mancherà.