Nobel per la fisica assegnato a tre cosmologi Premiato studio sull'espansione dell'universo

Dopo quello di ieri per la <strong><a href="/cronache/nobel_medicina_a_tris_studiosi_sul_sistema_immunitario/sistema_immunitario-premio_nobel_medicina/03-10-2011/articolo-id=549650-page=0-comments=1#commenta" target="_blank">Medicina</a></strong> assegnato anche il Nobel per la fisica. Il riconoscimento è andato quest'anno a Saul Perlmutter, Brian Schmidt e Adam Riess, responsabili di uno studio sull'accelerazione e l'espansione dell'universo

L'Accademia reale svedese ha assegnato il premio Nobel per la fisica. L'importante riconoscimento è andato quest'anno a tre scienziati: per metà a Saul Perlmutter, del Supernova Cosmology Project dell’Università della California a Berkeley, e per metà a Brian Schmidt e Adam Riess, rispettivamente del "The High-z Supernova Search Team" dell’Australian National University di Weston Creek e del "The High-z Supernova Search Team" del Johns Hopkins University and Space Telescope Science Institute di Baltimora. Il premio è stato assegnato a lro per "la scoperta dell'espansione accelerante dell'universo attraverso l'osservazione di lontane supernove".

I tre scienziati, due statunitensi e uno australiano-statunitense, hanno portato avanti uno studio che, attraverso lo studio delle stelle più lontane e brillanti, ha portato a una serie di osservazioni importanti riguardo al "destino" che attende l'universo. Con questa assegnazione, il premio Nobel per la fisica, il più ambito tra i premi scientifici, torna a essere consegnato a uno studio cosmologico sul tema dell'accelerazione e dell'espansione dell'universo. In particolare le scoperte dei tre cosmologi riguarderebbero le supernovae di tipo IA, considerate i "fari dell'universo".