Del Noce si gode il successo di Pupo: «Bonolis un pacco?Lo rivorrei subito»

Il direttore di Raiuno: «Serie A non ci fa più paura. Ma Paolo resta un grande»

da Milano

Santo Pupo da Arezzo. Non solo riesce a partire alla grande con Affari Tuoi, contro tutte le previsioni, ma ha anche il dono di ridare verve al direttore di Raiuno. Ieri mattina, al Prix Italia, Fabrizio Del Noce gongolava per gli alti ascolti del giochino le cui sorti hanno tenuto banco per tutta l’estate. Come sembra lontana la kermesse di Cannes di giugno in cui una Rai alla sbando e senza dirigenza presentava mesta i palinsesti autunnali! E, così, il direttore della rete ammiraglia Rai si consente di togliersi qualche sassolino dalle scarpe... Eccoli.
Pupo superstar. «Mi sono giocato la pelle su di lui. Dopo le prime registrazioni del Malloppo avevo capito che avevamo trovato la persona giusta per Affari tuoi». Sì, e allora, perché tutto quel tira e molla sulla conduzione di Fabio Fazio? «Era stato voluto da Cattaneo, per garantire alla Endemol che comunque un nome c’era, poi - come più volte detto - Fazio aveva degli impegni che lo portavano via troppo tempo dall’Italia». Confermati gli Affari tuoi in prima serata, al venerdì, dal 14 ottobre. Anche il Malloppo andrà in prime-time, ma non guidato da Pupo.
Il «pacco» Bonolis. Dopo il passaggio del conduttore a Mediaset la Rai sembrava sull’orlo del baratro. Ora che i nuovi programmi di Paolo (leggi Serie A) non hanno portato al collasso la concorrenza, Del Noce ha parole di elogio per il suo ex numero uno. «Se il pacco è Bonolis? Io me lo riprenderei indietro. È uno degli artisti più forti che abbia mai conosciuto. Mi sembra ci sia un’eccessiva volontà di ridimesionarlo».
Lotte domenicali. «Temevamo che Serie A arrivasse al 50 per cento, si è fermata al 26. Questo vuol dire che per Domenica In, con tutti i problemi avuti, siamo moderatamente ottimisti. Con Baudo e Venier mettiamo in campo un pezzo di storia della Rai». La striscia dell’Isola dei famosi su Raidue alle 19? «Non se ne parla neanche, sarebbe un danno per Baudo».
Celentano senza briglie. Alla domanda su come sarà Rockpolitik (dal 20 ottobre), Del Noce allarga le braccia sconsolato: «Non ne ho la più pallida idea. Il suo contratto gli permette una totale libertà editoriale. Concessioni - volute a furor di popolo - su cui non sono mai stato d’accordo, perché la Rai ha la responsabilità di tutto quello che manda in onda».
Informazione dolente. Caso Batti e Ribatti: no alla ventilata conduzione a rotazione. Torna Riccardo Berti a partire dal prossimo 10 ottobre. Il tanto dibattuto ritorno di Enzo Biagi su Raiuno? «Il suo contratto è già stato risolto. Non so neppure quali sono le sue intenzioni o disponibilità». Vespa? «Le sue serate restano quattro alla settimana». Il concorrente Matrix (che l’altra sera ha fatto il 6,5 per cento di share, ma aveva contro Miss Italia)? «Mentana è un vero talento giornalistico, si è messo in gioco in una difficile sfida contro un programma rodato come Porta a porta, ha i mezzi sufficienti per superare il momento difficile che sta vivendo».
Fascia meridiana. Per contrastare la forza di Canale 5 (che schiera Beautiful e Cento Vetrine) nella fascia tra le 12 e le 15 Raiuno tenterà la carta di una nuova soap, Sotto casa, probabilmente a partire da gennaio.