Noche de Cuba: la «Fiesta» sarà caraibica

Martedì sera dalle 21.30 una jam session in compagnia con «el medico de la salsa»

Francesca Scapinelli

Restare in città e trascorrere un Ferragosto che per ritmi, danze e sapori riproduca le atmosfere dei Caraibi e di Cuba: è possibile grazie alle serate a tema in programma per martedì sera all’ippodromo delle Capannelle - dove è in corso «Fiesta!» - e al Parco Rosati in zona Eur. Due appuntamenti distinti, il cui denominatore comune si chiama mambo, salsa, bolero, cha cha cha, buracha e son: è la voglia, insomma, di festeggiare la notte più caliente dell’anno «gozando», ascoltando e ballando musica cubana e sudamericana.
A eseguirla dal vivo sul palco latino di Fiesta! saranno alcuni tra i più apprezzati musicisti della «Isla Grande», cinque formazioni di cinquanta elementi che si esibiranno in una maratona musicale di quasi sei ore. A partire dalle 21.30 si scatenerà dunque la «Noche de Cuba», una jam session tutta latinoamericana in compagnia di Paulito F.G., Manolin alias «El medico de la salsa», così soprannominato per i suoi studi di medicina, e altri artisti. Non mancheranno i Calle 35, gruppo reggaeton originario della città di Cienfuegos molto amato dai giovani cubani, né la band capitanata da Josè Luis Cortes detto «il Tosco», N.G. La Banda, composta da una sezione di fiati nota per la sua potenza come «Los Metales del Terror» oltre che da un bassista del calibro di Feliciano Arango. Ci sarà, inoltre, il raffinato pianista e compositore di «Los Van Van» Cesar Pedroso detto Pupy con la band da lui creata nel 2001, Los que son son. Tutti insieme offriranno al pubblico una non stop di successi che attraversano e contaminano ritmi brasiliani e cubani, rap e musica classica, jazz e rock, pop e salsa.
Per chi, poi, oltre che nella musica volesse fare un tuffo di mezza estate nella cucina creola, al parco di via delle Tre Fontane ecco il «Cuba-Show Food», spettacoli comprensivi di cena a base di piatti tipici cubani e mediterranei. Tre serate che, per volere del direttore artistico del Festival La Tropical, Lazaro Martin Diaz Armentero, intendono ricreare «un angolo di Cuba a Roma». Oggi a un’accoglienza con orchestra e musica cubana farà seguito lo spettacolo «Que linda es Cuba» viaggio nel ritmo afro-cubano con il famoso corpo di ballo degli Azucar Negra. Sarà ancora «el sabor cubano in una noche unica», naturalmente, durante lo speciale ferragostano, quando si susseguiranno in pista gare di rueta, coreografie di salsa e revival anni Settanta e Ottanta. Chiuderà la mini-rassegna, domenica 27, un percorso «alle radici del ballo e folklore afro-cubano».
«Noche de Cuba» a Fiesta!, ippodromo delle Capannelle, via Appia Nuova 1245, ore 21 (palco latino). Ingresso 10 euro. Informazioni: 06.7182139.
«Cuba Show - Food» al parco Rosati, via delle Tre Fontane 24, ore 21.30. Ingresso con cena tipica cubana 20 euro. Informazioni e prenotazioni: 339.6140796.