Il «nodo» supereuro da lunedì all’esame dell’Ecofin

Supereuro e conti pubblici sotto la lente dei ministri economici e finanziari della zona euro, che lunedì si riuniranno a Lussemburgo per l’Eurogruppo, seguito, come di consueto, dall’Ecofin. La questione dei cambi sarà affrontata nella discussione sull’andamento del commercio di Eurolandia e nella preparazione della prossima riunione del G7 del 19 ottobre, e sarà l’oggetto di una dichiarazione del presidente dell’Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, che dovrebbe ribadire di essere «fiducioso». I ministri discuteranno inoltre le manovre finanziarie degli Stati membri che le hanno in cantiere in questi mesi, ossia Francia, Italia, Germania, Olanda e Spagna. Il Consiglio Ecofin di martedì adotterà delle conclusioni sull’attuazione del «braccio preventivo» del patto di Stabilità e di crescita, che riguarda i Paesi che non sono in procedura per deficit. Anche in questo caso, come per i Paesi sotto procedura, verrà ribadita la necessità di «accelerare il ritmo della riduzione del deficit e del debito.