Noi, tra gronde discariche e altro cemento

Gentile giornalista Lussana, ho letto il suo articolo (Agnelli e agnoletti) e mi permetto di darLe anch'io un piccolo spunto di riflessione.
Mi chiamo Patrizia Palermo, non faccio parte dei comitati no Gronda ma mi piace ascoltare tutto e tutti, per farmi una mia idea.
Abito in via Piombelli, una stretta via di collina, ripida, popolosa e popolare della Valpolcevera.
A distanza di pochi metri ci sono già due viadotti (A7 direzione per e da Milano, uno dei quali radente le case).
Nei cinque progetti per la Gronda è previsto il raddoppio dell'esistente viadotto direzione Milano, con l'aggiunta di una galleria artificiale e un tratto a cinque corsie esterno. Senza contare le strade di cantiere, per la cui realizzazione disboscheranno e scaveranno un'intera collina ai piedi del Parco delle Mura. (...)