Noi medici generici maltrattati in tv

Sono un medico di Medicina Generale. Sono rientrato dalle visite a domicilio, dopo alcune ore di ambulatorio, dopo le venti di sera. Seguendo Porta a Porta mi sento profondamente offeso: il direttore del Policlinico di Roma imputa ai medici di Medicina Generale il fatto che il Pronto Soccorso sia strapieno, il dott. Vespa sostiene che se una persona non ha disponibilità finanziaria non può avere la visita a domicilio. Ciliegina sulla torta arrivano i sondaggi e nessuno si degna di sottolineare che la figura sanitaria più stimata sono i medici di Medicina Generale. Per fortuna almeno il governatore della mia regione (Formigoni) cerca di difendere tutta la Sanità; il ministro della Salute cerca solo dimettere in mostra le sue proposte, riferite come da tutti accettate e per ora rifiutate da tutti i nostri sindacati. Per favore almeno voi, uno dei pochi giornali obbiettivi, cercate di difendere dalle vostre colonne la Medicina Generale. Le assicuro che non sono l'unico che lavoro dieci ore al giorno 5 giorni la settimana più qualche ora al sabato, senza cassa mutua, tredicesima e ferie pagate. E che siamo in tantissimi che cercano di curare tutti i propri pazienti, con le migliori cure possibili nel rispetto del risparmio richiesto dallo Stato.