«Per noi è una testimonial, ma non deve sovraesporsi»

Non è colpa del duetto con Berlusconi a Porta a porta se Valentina Vezzali si è vista rifiutare l’autorizzazione a partecipare al Saturday night. Anche dopo - fanno presente al Viminale - la Vezzali ha continuato a ottenere l’ok per più di un’apparizione pubblica: «È stata a Festa Italiana su Raiuno e ieri era a Parigi a rappresentare l’Italia a una cerimonia dell’Ue». Nessuna quarantena, dunque. E allora perché mentre il poliziotto Clemente Russo, oro nel pugilato a Pechino, può andare alla Talpa, la poliziotta Vezzali non può andare al Saturday night? «Ogni richiesta viene valutata caso per caso», dicono alla polizia. Il «niet» potrebbe essere stato dettato dalla necessità di evitare una sovraesposizione mediatica della campionessa. «Fermo restando che l’assistente capo Vezzali è per la polizia un testimonial prezioso».