Nomade ladro tradito dall’avidità

L’eccessiva avidità ha rappresentato la sua condanna. Un nomade, che lo scorso mese di marzo, insieme a due complici, aveva truffato e derubato di oltre 6 mila euro un ottantenne genovese dopo essersi finto un agente di polizia, è stato identificato, rintracciato a Torino ed arrestato dagli agenti di polizia del commissariato di San Fruttuoso. In manette è finito Alessandro Vailatti, pregiudicato del campo nomadi di Nichelino, alle porte di Torino. Il nomade si era presentato all’abitazione dell’anziano convincendolo con un pretesto a consegnargli prima 1.200 euro in contanti, poi, dopo averlo accompagnato all’agenzia dellaCarige di Via Monticelli a San Fruttuoso, a cambiare un assegno del valore di 5 mila euro. Non contento, mentre l’anziano era all’interno della banca, Vailatti ha effettuato un prelievo di 250 euro al bancomat ed è stato questo ad incastrarlo; grazie alla telecamera gli agenti sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo e a catturarlo.