«In nome della noce di cocco, cosa è la vivisezione?»

In una certa isola del West Indian sorgeva una casa vicino a un boschetto.
Nella casa dimorava un vivisezionista e sugli alberi del boschetto viveva un gruppo di scimmie antropomorfe. Accadde che una di queste venne catturata dal vivisezionista e tenuta per qualche tempo in una gabbia del laboratorio. Nonostante fosse davvero terrorizzata da quello che vedeva, era profondamente attenta a tutto quello che sentiva. Ebbe la fortuna di scappare nel periodo iniziale del suo esperimento (era stata identificata con il numero 701) e di ritorno nella sua famiglia, riportando solo una lieve lesione a un piede, cominciò a riflettere su come trarre vantaggi da tutta la vicenda.
Non trascorse molto tempo che si autonominò dottore e cominciò a tormentare i suoi simili con la domanda: «Perché non esistono scimmie progressiste?».
- Non so che cosa significa progressista - disse una scimmia, lanciando un cocco in direzione di sua nonna.
- Neanche io lo so né mi interessa - disse un’altra, penzolando da un albero del boschetto.
- Oh, piantatela con queste sciocchezze! - gridò una terza.
- Dannato progresso! - disse il capo che era un vecchio conservatore dai modi rozzi. - Comportati come credi e meglio che puoi, questo per me è più che sufficiente.
Ma quando la scimmia scientifica si trovò sola con i maschi più giovani, venne ascoltata con maggiore attenzione.
- L’uomo è solo una scimmia di grado più elevato - disse appendendosi per la coda a un alto ramo. - L’analisi geologica si sta dimostrando incompleta, è impossibile sapere da quanto tempo abbia cominciato a evolversi e di quanto tempo noi abbiamo bisogno per seguire i suoi passi. L’uomo si è applicato per secoli sulla religione, la morale, la poesia e altre quisquilie del genere. Nelle età precedenti studiava con decoro la scienza e solo l’altro ieri ha cominciato a vivisezionare. Ma voglio arrivare subito al dunque e parlarvi di una mia teoria che stupirà tutti. Noi faremo in questo modo: inizieremo a evolverci praticando la vivisezione.
- In nome della noce di cocco, cosa è la vivisezione? - chiese una scimmia.
Il dottore spiegò diffusamente cosa aveva visto in laboratorio e i suoi ascoltatori si deliziarono ad ascoltarlo, ma non tutti.
- Non ho mai sentito nulla di così bestiale! - gridò una scimmia che aveva perduto un orecchio in una lite con sua zia.
- E cosa c’è di buono in questo? - chiese un’altra.
- Non lo capisci? - disse il dottore. - Vivisezionando gli uomini scopriremo come sono fatte le scimmie e così progrediremo.