NOMINA RATIFICATA

Il via libera è giunto puntuale. Il Consiglio superiore della Banca d’Italia ha spalancato le porte al nuovo governatore Ignazio Visco. In via Nazionale è stato espresso all’unanimità parere favorevole alla designazione, iter poi trasmesso alla presidenza del Consiglio dei ministri che in serata ha aggiunto il suo benestare, prima della firma del presidente Napolitano. Ultima riunione quindi per Mario Draghi, atteso a Francoforte per l’insediamento ufficiale alla guida della Bce. Non era un mistero che l’indicazione del premier sarebbe stata accettata facilmente: scartata l’ipotesi Fabrizio Saccomani, dg di Palazzo Koch, quella di Visco è una scelta interna che garantisce «autonomia» e «continuità».