Nomine più trasparenti: «La Regione metta on line il curriculum dei prescelti»

«Condivido pienamente la proposta del presidente del mio partito Gianfranco Fini di chiedere alla politica di fare un passo indietro sulle nomine negli enti pubblici». Silvia Ferretto Clementi, consigliere regionale di Alleanza nazionale anticipa che si farà promotrice «della revisione della legge regionale n. 14 del 01995 sulle nomine, affinché gli incarichi non possano più essere stabiliti dai partiti ma avvengano basandosi esclusivamente su titoli e meriti. La competenza deve prevalere “sull’agilità dorsale” e sulle tessere di partito». In attesa della revisione, aggiunge, «facciamo almeno sì che tutto sia fatto alla luce del sole e che chiunque possa conoscere il referente politico di ciascuno dei nominati nonché il relativo curriculum». Per questo, prosegue Ferretto, «ho inviato una lettera all’Ufficio di presidenza affinché dia disposizione di pubblicare sul sito del Consiglio regionale il Registro regionale degli incarichi, per consentire che sulle nomine possa almeno essere garantita la necessaria trasparenza. Ogni cittadino potrà così visionare direttamente il Registro che dovrà contenere, oltre ai nominativi, alla durata dell’incarico, ai compensi e alle indennità, anche curriculum dei prescelti e il nome di chi li ha proposti».