Non per buon cuore ma per denaro

Mille euro a chi darà lavoro a un ex detenuto liberato grazie all’indulto. Assunzione a tempo indeterminato, naturalmente. Contributo a scalare fino ai 200 euro per un part time di sei mesi. È quanto ha deciso di proporre il Comune di Brescia per cercare di limitare i danni economici derivanti dai detenuti recidivi (un giorno di carcere costa 131 euro), aiutando al contempo un ex «galeotto» a trovare lavoro. Insomma, un programma sociale che conta su un principio antico e sempre attuale: non per amore, ma per denaro.