Non c’è accordo sull’Opa Zignago

Marzotto

Non c’è ancora unità d’intenti nella famiglia Marzotto sull’Opa lanciata su Zignago. Lo ha confermato Gaetano Marzotto, azionista di Zignago e di Marzotto parlando a margine di un convegno. «Stiamo verificando tutti i vantaggi e gli svantaggi - ha spiegato Marzotto riferendosi all’offerta lanciata dall’altra parte della famiglia - perchè quello che ci sta a cuore è il bene dell’azienda». Riferendosi alla società contesa Gaetano Marzotto ha precisato che «le aziende vanno benissimo, nel vetro, nella lana e nel vino, siamo molto contenti del management». Dopo aver ricordato che «una parte della famiglia ha oltre il 37%» di Zignago, Gaetano Marzotto ha aggiunto che «prima di prendere una decisione bisogna capire bene». Esclusa invece una fusione tra Zignago e la divisione tessile del gruppo Marzotto. Secondo Gaetano Marzotto l’operazione indicata da indiscrezioni non rispecchia l’intenzione degli azionisti che «non intendono affiancare i filati di lana con i filati di lino».