Non ci mancheranno questi parlamentari

1) Il senatore di An Nino Strano che ingurgita mortadella dopo la caduta del governo Prodi; 2) Il senatore Stefano Cusumano (Udeur) svenuto dopo le contestazioni seguite alla sua dichiarazione di voto a sostegno del governo Prodi; 3) il senatore Tommaso Barbato (Udeur) che viene trattenuto da 14 persone mentre cerca di aggredire il succitato Cusumano, optando infine solo per uno sputo; 4) L’escogitazione di Gustavo Selva (An) che per arrivare in tempo a un programma di La7 finge un malore e usa un’ambulanza come taxi; 5) Le uscite infelici del ministro delle Finanze Tommaso Padoa-Schioppa a proposito dei «bamboccioni» e delle tasse che «sono una cosa bellissima»; 6) Le uscite della senatrice Paola Binetti (Margherita) sull’omosessualità come devianza patologica; 7) L’Onorevole no-global Francesco Caruso che afferma d’aver piantato marijuana in Parlamento; 8) L’Onorevole Francesco Caruso che dice «assassino» all’indirizzo di Marco Biagi; 9) L’onorevole Francesco Caruso in generale; 10) La scena delle onorevoli Elisabetta Gardini (Forza Italia) e Vladimir Luxuria (Rifondazione) che litigano per il bagno da usare; 11) La dipietrista Franca Rame che per due anni di fila prepara la lettera di dimissioni dal Senato e poi non le dà mai; 12) Qualsiasi scambio tra Mastella e Di Pietro; 13) Mastella; 14) Di Pietro.
Filippo Facci