«Non era lei la bimba vista con gli spagnoli»

A una settimana dal naufragio della Costa Concordia nelle acque dell’Isola del Giglio, si assottigliano - ora dopo ora - le speranze per William Arlotti, 36 anni, e la figlia Dayana, appena cinque anni, ancora tra dispersi. La piccola che una naufraga di Terni sosteneva di avere visto insieme a una coppia di spagnoli - spiega sulla sua pagina Facebook la cugina di Arlotti, Sabrina Ottaviani - non sarebbe la bambina di Rimini inserita nella lista dei dispersi insieme al padre lei. «Non era lei la bimba... - scrive nel post pubblicato in bacheca rispondendo ad un’amica - di questo ne sono certa come oramai sono certa che non ci sono più. Ho parlato con tutti quelli sul posto, ormai ho capito come è avvenuto il tutto... purtroppo». Nella foto Susy Albertini, la madre di Dayana.