«Non faremo sconti: più controlli e multe»

«Guardiamo con interesse all’esperimento della giunta fiorentina in vista di una possibile applicazione anche a Milano. Intanto intensificheremo controlli e sanzioni, senza fare sconti a nessuno»». Parola del vicesindaco di An, Riccardo De Corato, che definisce l’ordinanza anti-lavavetri «un segnale importante contro un fenomeno di autentico schiavismo moderno». In realtà il capoluogo lombardo si è mosso da tempo in analoga direzione, intensificando i controlli ai semafori con l’obiettivo di identificare e catalogare in una banca dati le presenze indesiderate. L’«anagrafe degli ultimi» sarà pronta a breve e servirà ad attuare la recente Direttiva Ue che prevede l’allontanamento dal territorio italiano per gli stranieri, anche comunitari, senza un lavoro regolare e quindi incapaci di provvedere al proprio sostentamento.