Non è il «Festivalbar» la bruttura in Duomo

(...) Perché la piazza Duomo è la piazza che è riuscita a contenere sia il concerto di Morricone che quello della Filarmonica della Scala che il Festivalbar. Organizzare un evento(gratis per la città) come Festivalbar significa per l’amministrazione comunale investire quasi un milione di euro. Invece sapete quanto è costato al Comune in piazza Duomo? Nulla grazie all’importanza che la Piazza ha per gli sponsor e per la differita televisiva. Fare la stessa cosa in un altro luogo significava o investire denaro pubblico per farla gratis per i cittadini o fare pagare un biglietto. Credo che oggi l’obiettivo sia di mettere ordine e concentrarsi su tutte le brutture che sono nella piazza Duomo 365 giorni all’anno piuttosto che concentrarsi su un palco che rimane solo 7 giorni. Non vorrei mai vivere in una città in cui due giovani baciandosi calorosamente seduti sul sagrato del Duomo venissero presi a male parole. La piazza è vita e i giovani venerdì 15 giugno l’anno degnamente occupata grazie al Festivalbar.
Giovanni Terzi
* Assessore sport e tempo libero