NON FINITE MAI DI STUPIRCI

Più che un articolo, un telegramma. Solo per ringraziarvi dell’incredibile passione che state dimostrando anche in questi giorni. Sta riscuotendo un enorme successo il dibattito sull’identità, che ho lanciato quasi incidentalmente la scorsa settimana, commentando lo straordinario spettacolo andato in scena all’Archivolto Libera nos e rimpiangendo il fatto di non avere anche noi un Luigi Meneghello, un Marco Paolini o un Natalino Balasso per cantare la gioia di essere liguri, così come loro urlano quella di essere veneti. Ogni giorno ci sommergete di contributi sempre più autorevoli, a cui si sono aggiunti quelli interni di Rino Di Stefano sulla storia dei liguri.
Sinceramente, un successo simile per un dibattito difficile non me l’aspettavo. Siete riusciti a stupirmi anche questa volta. Forse si può avere qualche dubbio sull’identità ligure, non certo su quella del popolo del Giornale. Una volta di più, grazie.