Non è mai troppo tardi per scoprire Milano

Parte domani «Conoscere Milano e la Provincia». L’iniziativa patrocinata dal Settore Turismo della Provincia di Milano in collaborazione con Camera di commercio e Progetto Monza e Brianza, è giunta alla seconda edizione, dopo il tutto esaurito dell’anno scorso. Lo scopo? Far conoscere quei percorsi, lungo fiumi e navigli, colline e abbazie, che da Milano raggiungono il cuore della Brianza e che spesso vengono dimenticati in favore di viaggi a lungo raggio, un ottimo modo per conoscere la propria terra e fuggire dal cemento metropolitano, tutto al costo di pochi euro. Fino al 20 ottobre, ogni sabato, partiranno da largo Cairoli alle 9 del mattino, tre pullman, impegnati su dieci itinerari diversi.
Il programma di quest’anno offre escursioni attraverso la campagna lombarda, alla scoperta di antiche ville signorili o edifici recentemente riportati all’antico splendore, come Palazzo Rasini a Cavenago, ma anche di veri paradisi naturali che saltano fuori, inaspettatamente, dietro l’angolo delle città. Si parte tra 24 ore con tre itinerari. Il primo segue la storica direttrice del Naviglio Grande fino ad Abbiategrasso, passando per l’antico borgo di Baggio e il Parco delle Cave. Principali attrazioni: il trecentesco Castello visconteo e la Cascina Salcano, oggi sede del Municipio di Albairate. Il secondo è un’immersione nei centri storici del magentino, nelle ville secentesche di Corbetta e nei 91mila ettari del Parco della Valle del Ticino. L’ultimo tour è dedicato all’esplorazione dei castelli che dominano il Ticino, con tappa a Legnano, per la Basilica di San Magno e Palazzo Malinverni, a Castelletto di Cuggiono e a Turbigo.
Per il 2007 il programma è arricchito da quattro nuovi percorsi, uno al mese, con partenza dalla stazione ferroviaria di Monza. Lo scopo degli organizzatori è avvicinare al patrimonio artistico e alle bellezze paesaggistiche della zona anche gli abitanti stessi della Brianza, perché spesso sono i posti più vicini quelli che si conoscono meno. I dieci itinerari verranno proposti sei volte lungo un calendario distribuito su venti sabati, fino a fine ottobre, compreso tutto agosto. Con le comitive ci saranno trenta guide professioniste, per illustrare il patrimonio artistico e le vicende storiche della Regione.
Il biglietto turisti metropolitani costa 12 , già 1200 le adesioni. Quest’anno l’organizzazione mette a disposizione sul sito visitamilano.it anche un diario di viaggio virtuale, attraverso il quale i turisti del sabato mattina potranno condividere impressioni e consigli, ma anche foto e brevi filmati delle loro gite.