«Non è moderato Ha parlato come il premier»

Casini ha replicato a Prodi, che lo aveva rimproverato di non essere più super partes, ricordandogli di avere guidato l’opposizione quando guidava la Commissione dell’Unione europea e sul presidente della Camera sono piovuti gli attacchi del centrosinistra. Giulio Santagata, prodiano doc della Margherita, definisce «sorprendenti» le dichiarazioni di Casini e ricorda che il Professore a Bruxelles si è comportato esattamente come i suoi predecessori. «Se così non fosse avvenuto - sottolinea Santagata -, il presidente Prodi, al termine del suo mandato, non sarebbe stato salutato con un unanime applauso di tutto il Parlamento compreso il gruppo popolare». Il leader dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio, dice addio al «moderatismo» di Casini lamentando che il numero uno di Montecitorio «ha parlato come Berlusconi». E per Rosy Bindi (Margherita) l’attacco di Casini a Prodi «non è altro che l'ammissione di essere un giocatore di parte nell'arena politica, malgrado il ruolo di garanzia che dovrebbe svolgere in qualità di presidente della Camera».