«Non numerose le spedizioni del Comitato per la Resistenza»

Gli inviti riguardanti le manifestazioni del Comitato Permanente della Resistenza, di cui è presidente il Sindaco Marta Vincenzi, vengono spediti via posta solo in parte e indirizzati alle autorità locali civili e militari e alle associazioni d'Arma. Gran parte degli inviti vengono fatti pervenire utilizzando personale interno del Comune. La cittadinanza viene informata solo tramite manifesti la cui affissione è gratuita.
Il Comitato Permanente della Resistenza è costituito dal Comune dalla Provincia, dalle associazioni resistenziali (Anppia, Anpi, Anei, Aned, Circolo Partigiani Bisagno e altre), dal Comando Militare Esercito Liguria, dalla Comunità Ebraica e dall'Istituto Ligure Storia Resistenza e Età Contemporanea. Ogni anno il Comitato celebra e ricorda le numerose date che segnarono il sacrificio dei caduti genovesi della Resistenza, e questo è il significato della sua costituzione. Le cerimonie effettuate alla presenza del Gonfalone della Città di Genova, decorato della medaglia d'Oro al Valor Militare, ricordano il sacrificio dei caduti della guerra di Liberazione.
È altresì indubbio che la storia di quegli anni abbia visto cadere uomini e donne di ogni credo e fede politica a cui deve essere riconosciuto il massimo rispetto.


Ringraziamo e prendiamo atto di quanto riportato. Che però non smentisce una virgola di quanto abbiamo scritto. Abbiamo ripreso la denuncia dell’«Associazione Nazionale Volontari di Guerra» che recrimina una disparità di trattamento nel ricordo delle vittime di guerra e, quanto scritto dall’ufficio stampa del comune, ci conferma la tesi sostenuta.
\