«Non pagate subito l’Irap»

Genova. «Non pagate ancora l’Irap». Così il governatore regionale della Liguria, Claudio Burlando, ha lanciato un appello ai liguri, alle prese con la contestata Imposta regionale sulle attività produttive, il cui acconto sul 2006 scade oggi. La Regione governata dall’esponente ds è una delle sei (insieme a Lazio, Molise, Campania, Sicilia e Abruzzo) «costretta» dal governo a imporre l’aliquota massima (il 5,25 per cento) a causa dei conti in rosso nella Sanità. «Ho parlato con il ministro Padoa-Schioppa - ha detto ieri Burlando - il quale mi ha assicurato che domani (oggi per chi legge, ndr) intorno alle 11 arriverà il responso del tavolo tecnico istituito presso il ministero dell’Economia sul piano di rientro dal deficit della Sanità proposto dalla Regione Liguria. Consiglio quindi ai liguri di attendere prima di pagare l’Irap». Il presidente della Regione Liguria si è dichiarato ottimista circa la possibilità di non applicare l’aliquota massima. Secondo Burlando, infatti, «il governo ha già concluso, sembra con parere positivo, il suo esame. Se come penso - ha concluso Burlando - il responso sarà positivo i liguri potranno agire di conseguenza». Chi ha già pagato l’acconto con l’aliquota massima sarà eventualmente rimborsato.