Non è peccato farsi domande sul Purgatorio

Quando a Dante venne in testa di scrivere la Divina Commedia? È vero che gli ultimi tredici canti del Paradiso sono andati perduti? E come descrivevano l'aldilà i grandi autori della letteratura greca e latina? E chi diavolo era veramente Beatrice? Lo sapevate che il capolavoro massimo del genio italico è stato tradotto in tutte le lingue del mondo? E Dante? Ha ragione il cantautore Venditti a chiedersi se «era un fallito, un servo di partito»? E com'è che parteggiava per l'imperatore, visto che era di parte guelfa? Giovanni Fighera risponde a tutto, tranquilli.

Rino Cammilleri