«Non più clandestini liberi mille romeni»

Il vice sindaco, nonché parlamentare, Riccardo De Corato promette battaglia dopo la diffusione dei dati del Dipartimento per l’amministrazione penitenziaria, presso il ministero di Grazia e Giustizia, che prevedono, per effetto dell’ingresso di Bucarest nella Ue, l’uscita di un migliaio di romeni attualmente detenuti nelle carceri italiane.
«La situazione delle metropoli è esplosiva. Scarcerare un migliaio di detenuti romeni senza un preciso piano di aiuto significa innescare nuove micce e scaricare sulle spalle dei comuni il problema. Urge pertanto da parte del ministero dell'Interno la massima chiarezza su come si voglia procedere. Il rischio maggiore è, infatti, quello di gettare in pasto alla criminalità organizzata della giovane “manodopera” destinata a essere schiavizzata per illeciti affari. Oggi a Milano, come in altre città, i più piccoli in particolare vengono sfruttati per accattonaggio e furti. Per questo - prosegue De Corato - presenterò prossimamente un’interrogazione parlamentare, per conoscere quanti tra i mille romeni prossimi alla scarcerazione, usciranno dalle carceri milanesi».