«Non provo odio. Ora speriamo di poter fare i funerali»

da Erba (Como)

Incredulità. Ecco il sentimento manifestato dai figli di Mario Frigerio, l'unico scampato alla strage di Erba.
«Siamo esterrefatti - spiega l'avvocato Manuel Gabrielli -. Certo, bisogna sempre tenere presente che prevale la presunzione di innocenza ma se gli inquirenti sono arrivati a questo provvedimento ci devono essere degli indizi davvero gravi». Mario Frigerio non è ancora stato informato della clamorosa svolta. «Glielo dirò domani - anticipa l'avvocato di parte civile -. In mattinata dovrò essere in tribunale poi andrò in ospedale e con tutte le cautele del caso spiegherò questi sviluppi al mio assistito». La decisione di non dire subito del fermo di Olindo Romano e della moglie Angela Rosa Bazzi «è stata presa di comune accordo con i due figli del signor Frigerio per non dargli un ulteriore choc. Va ricordato che il suo stato psicologico in questo momento è molto delicato». Laconico il commento di Pietro Castagna, (fratello di Raffaella e figlio di una delle tre donne uccise) che parla a nome della famiglia. «Anche se dovesse risultare che sono stati loro, non abbiamo né astio né odio nei loro confronti. «Ora speriamo di poter celebrare presto i funerali».