«Non reagite a quei figli di p...»

L’abito è nero, talare. Non ci sono dubbi: è un prete. Ma quando ascolti le sue parole quasi non ci credi. «Non reagite alle provocazioni di quei figli di p..., se non ci aiutiamo da noi non ci aiuta un c... di nessuno, aff... i profeti di sventura». È l’appello rivolto dal sacerdote Andrea Gallo ai manifestanti no global, circa 14 mila giunti a piazza Caricamento di Genova. Don Gallo, ha parlato dal camioncino che segue il corteo, era affiancato da don Vitaliano della Sala e dagli organizzatori della manifestazione. «È uscito il sole, è calato il vento, questa è una bufera pacifica con migliaia di ragazzi non strumentalizzati, andiamo avanti. I veri responsabili del G8 di Genova sono stati promossi ai vertici dello Stato».
Il sacerdote genovese ha letto un messaggio di adesione di Alex Zanotelli, in cui si deplora il fatto che la responsabilità delle violenze avvenute a Genova nei giorni del G8 «ricada su 25 imputati e i veri responsabili siano promossi alle alte cariche dello Stato». «Poeti, cattolici, vescovi e non. È una vergogna, 225 anni di galera per 25 ragazzi. I veri responsabili sono stati promossi alle più alte cariche dello Stato».